La verità sul Marketing Funnel

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Nel marketing, quando i professionisti si trovano a dover fare una campagna di digital marketing, analizzano ogni aspetto del brand o del prodotto/servizio utilizzando il Funnel, letteralmente “imbuto”.

Se non siete principianti nel settore non è un termine nuovo, anzi…

Il funnel è il percorso che effettuano i nostri potenziali clienti, partendo dalla conoscenza del brand o del prodotto/servizio nella parte superiore, fino all’ultima fase dove si raggiunge l’obiettivo prefissato.

 

marketing-funnel

 

Tutti conosciamo la forma dell’imbuto, che parte da una prima fase “larga” dove ci si rivolge e ci si fa conoscere ad un pubblico più ampio, fino ad arrivare ad una nicchia più ristretta, ma più efficace perché realmente interessata a ciò che proponiamo.

Ovviamente il marketer in questione deve essere bravo a rendere il funnel il più sostanzioso possibile, guidando strategicamente tutti gli step che lo compongono.

Perciò andando avanti con gli step del nostro imbuto, si andranno a perdere molti potenziali clienti: chi non è più interessato, chi ha trovato di meglio… Tuttavia meglio così.

La prima regola è proporsi e andare alla ricerca di potenziali clienti realmente interessati a ciò che proponete, altrimenti non riuscirete a fidelizzarli.

Una fase molto importante del Funnel è la mappatura dei contenuti, che deve essere applicata strategicamente a tutti gli step del nostro imbuto.

Come ben sappiamo l’unico modo per comunicare, farsi conoscere, dare fiducia… è attraverso il contenuto.

Poiché ciò che ci colpisce a primo impatto, oltre l’aspetto grafico, e ci porta a scoprire di più di quel brand o prodotto/servizio è proprio il contenuto.

È infatti la risorsa più preziosa per poter attirare e convertire lead.

Un bravo marketer deve saper usare il giusto tipo di contenuto a ciascuna fase del funnel.

 

Adesso vediamo le fasi principali del funnel:

 

discovery

 

Discovery: Parte superiore

 

Obiettivi:

  • Brand Awareness
  • Crescere lista di retargeting
  • Aumentare l’engagement
  • Far crescere traffico al sito

 

Strategia:

Contenuto informativo, emozionale, narrativo.
Nella prima fase il contenuto deve ispirare curiosità, intrigare, far conoscere il brand lasciando il giusto spazio alla fantasia del potenziale cliente. Crea consapevolezza del tuo brand. No messaggi di vendita!

 

Metriche:

  • Tasso di Awareness del brand/prodotto/servizio
  • Percentuale crescita lista retargeting
  • Tasso di engagement sito
  • Traffico canale

 

consideration

 

Consideration: Centro del Funnel

 

Obiettivi:

  • Aumentare la lista di leads/email
  • Aumentare la lista di retargeting
  • Acquisizione diretta di clienti

 

Strategia:

In questa fase il consumatore inizia ad associarti a ciò che offri. Crea contenuti che aiutano i tuoi potenziali clienti a valutare il tuo brand e i tuoi prodotti/servizi. Loro devono sapere che possono contare su di te, per risolvere quel bisogno che hanno.

Ancora non è la fase dei messaggi di vendita.

Fai capire cosa ti differenza dalla concorrenza, perché dovrebbero scegliere te, piuttosto che altri…

 

Metriche:

  • Numero di leads/email
  • Tasso crescita lista retargeting
  • Conversion Rate
  • Tasso di apertura newsletter

 

conversion

 

Conversion: Fondo del Funnel

 

Obiettivo:

  • Convertire potenziali lead in veri e propri lead

 

Strategia:

Qui è arrivato il momento di parlare direttamente di ciò che puoi offrire al cliente. Usa Case study, contenuti persuasivi, demo dei prodotti che proponi, testimonianze dei clienti…

Devi usare un contenuto semplice, diretto, affidabile, specifico e una chiara ed evidente Call To Action.

 

Metriche:

  • Tasso di conversione dell’email
  • Numero di vendite e lead acquisiti
  • Conversion Rate
  • Costo per acquisizione
  • N° di visite al sito per convertire un lead

 

retention-funnel

 

Retention: Fuori dal Funnel

 

Obiettivo:

  • Fidelizzazione lead

Strategia:

Dopo che siete riusciti a vendere il prodotto/servizio che proponete, il lavoro non finisci qui!

Una cosa molto efficace ad esempio può essere inviare al cliente che ha acquistato un modulo di soddisfazione, che può essere molto d’aiuto per vedere dove migliorare la strategia.
Questa è la fase in cui un qualsiasi lead può diventare un cliente fidelizzato. Crea email personalizzate, condividi alcuni contenuti esclusivi sui Social solo per alcuni clienti… Fai una segmentazione dei clienti che ti permette di condividere proprio il contenuto che cercava.

 

Metriche:

  • Crescita della lista di retargeting
  • Retention Rate
  • Valore medio del cliente
  • Frequenza d’acquisto
  • Apertura email e Click Through Rate

 

Conclusione

Creare un Funnel in modo efficace e strategico non è banale.

Serve un’attenta analisi, pianificazione e ricerca.

Grazie al Content Marketing Funnel acquisirai un’idea più chiara della tua strategia, aumenterai l’efficacia dei tuoi contenuti, migliorerai il ROI e allineerai i tuoi contenuti alla strategia di marketing complessiva dell’azienda.

Se ti serve un supporto, non esitare a contattarci!

Alessandra Massacesi

Alessandra Massacesi

Lascia un commento